Anno 1940, la prima Festa dell’uva di Gussago

Prima Festa dell'uva anno 1940

Anno 1940, in questa fotografia una veduta della prima Festa dell’uva a Gussago, nel Viale verso piazza Vittorio Veneto, ripresa dalla sede del Dopolavoro, successivamente “Locanda Alloggi Paradiso”.

Il Viale, oggi Bazzani, ancora non portava detto nome, era anonimo confondendosi con la menzionata piazza Vittorio Veneto; il …futuro intestatario, Bazzani, era ancora in vita, morirà soltanto il 26 giugno 1941.

A cura di Achille Giovanni Piardi

  • achille Piardi

    ..a quei lettori che avendo letto i termini SEDE del DOPOLAVORO si chiedessero cosa stiano a significare dico loro di leggere il testo di cui al link > http://www.gussagonews.it/dopolavoro-gussago/

  • achille Piardi

    Le case popolari INA CASA – del Piano Amintore Fanfani – oggi presenti sul lato sud di Viale Bazzani e quell’altre poste attorno all’area dell’ex Sferisterio Comunale, ora parcheggio innanzi l’accesso alla Sala Civica Camillo Togni, non esistevano proprio (sono state edificate soltanto dal 1950); non esisteva neppure il grande fabbricato abitativo ed opificio “Sari” posto d’angolo tra l’oggi Viale Bazzani e la Via Martiri della libertà, anzi non esisteva nemmeno detta via o strada (creata negli anni Cinquanta del Novecento e sempre chiamata, per l’appunto, Via Nuova – “Vià Nöå”) era tutto campo vitato di proprietà della Parrocchia (condotto dalla famiglia di Stefano Angelo Cartella sino ai primi quattro anni Cinquanta) che giungeva, a nord, sino alle aule catechistiche ed, a ovest, alla sede attuale del Circolo ACLI (già porticato libero ed aperto ad arcate, solo nel dopoguerra dei secondi anni Quaranta e primi dei Cinquanta, chiuso tamponandolo parzialmente).