Il Volley Gussago è corsaro a Villa Cortese

GSO Villa Cortese – Lpr Record Supercyclon Volley Gussago 0-3
(21-25, 23-25, 22-25)

Una Lpr Record Supercyclon Volley Gussago “poco cortese” con la squadra di casa, ma facendo il suo dovere, porta a casa tre punti importanti dalla trasferta Milanese. Un risultato, per quanto si è visto questa sera e per come è andata la partita, forse troppo pesante per la GSO Villa Cortese, dimostratasi squadra tosta, ben preparata ed in grado, soprattutto in casa, di dare del filo da torcere a tutte le formazioni. Vittoria ancora più importante per le nostre ragazze in quanto raggiunta con il contributo determinante di atlete abitualmente in panchina, grazie all’esperienza messa in campo al momento giusto, alla voglia di non mollare mai e crederci sempre, anche quando tutto sembrava compromesso.

La Lpr schiera Castelli al palleggio in diagonale con Cappelletti, Ferrara e Fra a presidiare il centro della rete, Rizzi con Arcari attaccanti ricevitrici e Stornati libero. Il Villa Cortese parte con Fogliato in regìa opposta a Ballarino, Carcano e Milani centrali, Tavella con Monticelli attaccanti di posto quattro e Piroli libero.

La Lpr inizia ben ordinata in campo e nelle trame di gioco con Castelli capace di sfruttare al meglio le sue attaccanti di banda. Avanti 3 a 0 si fa recuperare dalle padrone di casa che passano avanti 5 a 4. Con gli attacchi di Giulia Rizzi si riporta in pari per poi guadagnare un break di vantaggio. Con il capitano al servizio ed Arcari in gran spolvero, la squadra di Gussago prende il largo e si porta avanti 15 a 8. Le padrone di casa reagiscono ed accorciano le distanze 12 a 16. Inizia poi una lunga fase di gioco durante la quale le due formazioni si affrontano punto a punto. La Record Ricambi inizia a giocare anche al centro con Fra e Ferrara in grande evidenza. Sarà proprio un attacco di quest’ultima a determinare la fine del set a favore del Volley Gussago.

Nel secondo parziale la Supercyclon ha un inizio a dir poco disastroso. Il Villa Cortese alza il livello della battuta mettendo in corto circuito la ricezione e la costruzione del gioco Gussaghese. Le bresciane non riescono più ad attaccare con convinzione e precisione subendo, in breve, un parziale scioccante di 12 a 1. Giovanni Ghilardi, dopo aver già fermato il gioco sul punteggio di 1 a 6, sostituisce prima Arcari con Zampedri e, in seguito, cambia la diagonale Castelli Cappelletti con Iore e Gerri. Il tempo necessario per il rodaggio dei cambi consente alle padrone di casa di allungare ulteriormente 17 a 4. La Lpr cerca di ritrovarsi ed è Francesca Ferrara, in questa fase della partita, a risvegliare l’orgoglio delle compagne. Prima, si esibisce in un grande muro punto e poi da fondo campo infila tre servizi straordinari consentendo alla squadra di riprendere a fare punti e, seppur lontanissime dalle padrone di casa, 8 a 17, di cercare un onorevole recupero. Due ace consecutivi di Chiara Iore consentono al Volley Gussago di portarsi sul punteggio di 11 a 18. L’allenatore di casa ferma subito il gioco allo scopo di rassicurare e consigliare le sue ragazze che, alla ripresa del gioco, con meno facilità di prima, riescono comunque ad avvicinarsi al traguardo portandosi sul 23 a 17. Le ragazze di Gussago, recuperati sette dei tredici punti di distacco, tenta il tutto per tutto e, con Arcari al servizio, infila una serie di battute insidiose che permettono alle compagne sotto rete di diventare devastanti. Con Stornati sicura su ogni pallone e gli attacchi di Rizzi e Geri, la Lpr raggiunge le padrone di casa, e con tre punti consecutivi, Ferrara chiude a nostro favore un set che sembrava irrecuperabile.

Nel terzo parziale Ghilardi conferma il sestetto “dei miracoli”. Il parziale si gioca con un sostanziale equilibrio. Rizzi si distingue alla battuta da fondo campo realizzando tre ace, Ferrara continua a martellare al centro della rete ed Arcari ritorna a far punti da posto quattro. Sul punteggio di 18 a 20, recuperata la battuta, sono due muri punto di Cinzia Fra a consentirci il sorpasso, 21 a 20. Un errore in battuta delle padrone di casa ed un pallonetto di Camilla Arcari consentono al Gussago di allungare 23 a 21. Con un’altra battuta lunga le varesine regalano il ventiquattresimo punto ed è un attacco beffardo di Arcari finito a terra dopo essere stato toccato dal muro avversario a sancire la fine del set e della partita.

Bravissime le nostre ragazze per un risultato che va ben oltre i tre punti portati a casa, ottenuto contro una società dai trascorsi nobili e vittorie nei campionati nazionali. Il Volley Gussago ha messo in campo il giusto carattere e l’esperienza che l’incontro richiedeva. Ora ci aspettano tre partite consecutive in casa nostra. Un’ottima occasione per confermare i progressi visti in campo e per mettere “fieno in cascina”. Alè Lpr Record Supercyclon Volley Gussago.

GSO Villa Cortese: Leoncini, Piroli, Farneti, Carcano, Fogliano, Tavella, Billo, Ballarino, Milani, Monticelli, Grittini, Caputo, Colombo, Piroli, Caputo. Allenatori: Di Lonardo Carlo, Pesce Roberto.
Lpr Record Supercyclon Volley Gussago: Cinzia Fra 8, Francesca Ferrara 13, Giulia Rizzi 13, Chiara Iore 3, Valeria Gerri 4, Marta Cadei, Camilla Arcari 13, Sara Zampedri, Jessica Cappelletti 3, Anna Castelli, Silvia Stornati (L) . Allenatori: Giovanni Ghilardi, Luca Medici.

Arbitro: Bertolazzi William (Settimo Milanese)

A cura di Claudio Delorenzi