Affreschi “segreti”, la Santissima svela un tesoro

Affreschi Santissima novembre 2022

La Santissima di Gussago nascondeva un prezioso “segreto”. Nel corso del restyling di uno dei luoghi simbolo del Comune dell’Hinterland sono tornati alla luce una serie di affreschi di epoca rinascimentale raffiguranti i dodici apostoli, attribuiti a Paolo da Caylina il giovane, nipote di Vincenzo Foppa. Le opere hanno un profondo valore storico-artistico. Per lunghi anni gli affreschi sono stati ben “conservati” sotto il muro di tamponamento del presbiterio. La scoperta è avvenuta mercoledì, proprio mentre si stava procedendo alla demolizione del muro sotto la direzione della restauratrice Nicoletta Garattini. La parete, in pietra e calce, risale presumibilmente ai primi anni del ‘900, quando la chiesa fu trasformata ad uso agricolo e come abitazione degli sfollati delle due guerre mondiali. Le immagini che sono improvvisamente apparse sotto la parete hanno destato sorpresa, ma anche emozione.

“Abbiamo già partecipato ad un bando per un finanziamento mirato al restauro degli affreschi del presbiterio, e siamo in attesa dell’esito – sottolinea il sindaco Giovanni Coccoli -. Ora bisognerà pensare anche al restauro di queste altre meravigliose opere che impreziosiscono e danno ulteriore pregio a questo luogo”.

L’intervento che ha consentito di riportare alla luce in modo del tutto casuale gli affreschi prevede la sistemazione della chiesetta che, una volta ultimata, entro la fine della prossima estate, si trasformerà in sala polifunzionale per ospitare eventi per iniziative culturali e di promozione del territorio. L’obiettivo è varare lo spazio in occasione dell’evento Brescia-Bergamo Capitali della Cultura 2023. Un progetto da oltre un milione di euro co-finanziato dal Comune di Gussago, Regione Lombardia e donazioni grazie all’Art Bonus. I lavori, iniziati i primi di settembre, stanno proseguendo secondo cronoprogramma sotto l’egida della Soprintendenza. Il cantiere dovrebbe chiudere a fine estate 2023, “quando questa porzione del complesso della Santissima sarà pronta per essere restituita ai residenti, ma anche a tutti i turisti che vorranno ammirare questo edificio che rappresenta un unicum architettonico”, aggiunge Giovanni Coccoli. Da settembre del prossimo anno, inoltre, la Santissima ospiterà la mostra evento dedicata ad Angelo Inganni, pittore dell’800 che per un lungo periodo della sua vita visse e lavorò proprio qui. “Ci sono voluti davvero tanti anni prima di concretizzare questi lavori di recupero di questo edificio che è il simbolo indiscusso del nostro territorio – conclude il sindaco -, ma ora ci siamo: questo è davvero un sogno che si sta realizzando”. Un sogno impreziosito ora dagli affreschi che saranno recuperati per diventare parte integrante del complesso culturale.
Cinzia Reboni

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News