Ciclismo: a Travella il trofeo “Strade Bianche”, a Gusmini e Cerame il trofeo “Sergio Maurigi”

Gare ciclismo Ronco maggio 2022

La maglia di campione provinciale resta in famiglia Donati

L’allievo Nicholas Travella (Cicli Fiorin), residente a Faloppio in provincia di Como, cala il pokerissimo stagionale nella 16esima edizione del Trofeo Strade Bianche della Contea-7° Memorial «Partigiano», disputato domenica 8 maggio 2022 a Ronco, Gussago e dintorni, mentre il franciacortino Andrea Donati (Monticelli Bike) conquista la corona provinciale e succede nell’albo d’oro al fratello Davide che l’aveva ottenuta nel 2021 nel Trofeo Sergio Andrea Tavana a Ponte Zanano. Due vincitori di rango per una corsa che ha mantenuto le aspettative e regalato soprattutto nel finale alcuni spaccati tecnici degni di un’antologia del ciclismo giovanile.

La corsa è stata organizzata dalla Ronco Maurigi-Delio Gallina con partenza nel cuore della frazione gussaghese e arrivo in leggera salita alla Contea, per tre giri di un circuito pianeggiante che si è dipanato nei comuni di Gussago e Rodengo Saiano lungo una dozzina di chilometri, ed un altro più corto comprendente i due tratti di sterrato per complessivi due chilometri. Presenti alla corsa la Ct del settore giovanile Silvia Epis, Stefano Pedrinazzi (presidente Fci lombarda), Gianni Pozzani e Renato Moreschi rispettivamente presidente e vice-presidente, insieme agli ex atleti Guido Bontempi e Erika Gasparini cresciuti entrambi alla Ronco. Guido-jet ha seguito la corsa in solitudine mentre la ex atleta di Collebeato ha affiancato Silvia Epis con la quale ha gareggiato a lungo nelle categorie giovanili.

In 150 alla partenza, cielo nero come la pece, ma fortunatamente la pioggia è caduta alcuni minuti dopo la conclusione, risparmiando i corridori che hanno comunque dovuto superare tratti sterrati piuttosto dissestati, con pozzanghere e quant’altro. È stato proprio al secondo passaggio sugli sterrati che Nicolò D’Alessandro ha acceso la miccia. Su di lui sono piombati nell’ordine Nicholas Travella, Tommaso Bosio e Andrea Donati, i quali si sono presentati all’ultimo chilometro per disputarsi il successo. Che come scritto prima è stato ottenuto da Nicholas Travella, già primo quest’anno alle Strade Bianche di Castigliole Saluzzo (Cuneo), Calenzano (Firenze), Albergo (Arezzo) e Boncellino (Ravenna). Dietro di lui si sono classificati D’Alessandro, Bosio e Donati. Per quest’ultimo la grande soddisfazione di conquistare il titolo bresciano. Quinto a 6″ Matteo Faustinelli (Flanders Love Sportland Mazzano); ottavo Giuseppe Smecca (Aspiratori Otelli Alchem Carin Baiocchi); nono il campione regionale Cristian Bonini (Ronco Maurigi Delio Gallina).

Gusmini e Cerame: è tutta un’altra storia

L’orobico Lorenzo Gusmini (Cazzanighese) e il piemontese Nicola Cerame (Castelletto Ticino) calano il tris dell’anno nel 2° Trofeo Sergio Maurigi-10° Maurigi Stampaggio Ottone, nelle due gare degli esordienti organizzate dalla Ronco Maurigi Delio Gallina a Ronco di Gussago. Entrambi sono riusciti ad avere partita vinta al termine di uno sprint quanto mai serrato al termine di una breve ascesa che ha condotto i corridori alla frazione Contea. Lorenzo Gusmini in questa stagione ha già vinto a Lodetto di Rovato e Crema, mentre il piemontese è stato primattore a Montevarchi (Arezzo) e Grantorto (Padova). Entrambi sono anche saliti sul secondo gradino del podio: una volta Gusmini, per ben quattro Cerame.

Le due corse si sono sviluppate sui due circuiti affrontati in precedenza dagli allievi: due le tornate di 12 chilometri e una quella comprendente i due tratti sterrati. Come accaduto per gli under 16 anche le due gare degli esordienti si sono decise sul secondo tratto sterrato alle porte di Padergnone. Gusmini e Berberi sono stati i primi ad uscire dalla strada bianca ai quali si sono aggiunti quasi subito Cristiano Cacciamali (Rodengo Saiano), Mirko Nembrini (Cazzanighese), Giovanni Bosio (Cicli Fiorin) e Nicola D’Adda (Mazzano). Gusmini è stato il più lesto ad impostare la volata: ha infatti azionato il rapporto più lungo a disposizione prima della curva posta a 200 metri dal traguardo ed è riuscito a contenere il ritorno del camuno Angelo Berberi. Volata molto bella nella quale anche Cristiano Cacciamali si è fatto valere classificandosi terzo. Sesto posto per l’altro bresciano Nicola D’Adda.

Nell’altra manche Nicola Cerame nel finale non ha sbagliato una virgola: ha infatti lasciato l’iniziativa a Ivan Colombo uscito per primo dal tratto sterrato. A poche decine di metri dall’arrivo l’ha appaiato e superato in scioltezza lasciando gli altri avversari a debita distanza. Tra loro il brianzolo Filippo Colella e Giulio Franceschini (Ronco Maurigi Delio Gallina), i quali hanno completato il podio con un finale molto positivo. Ha chiuso la top five Patrik Pezzo Rosola, figlio dell’ex olimpionica e dell’ex professionista attualmente impegnato nel servizio lavagna al Giro d’Italia. Decimo rango per Alessandro Marzocchi (Aspiratori Otelli Alchem Carin Baiocchi). Le due corse si sono svolte sotto cielo parzialmente nuvoloso e anche in questo caso la marcia dei corridori è stata risparmiata dalla prevista pioggia. Meglio così.
A. Mas.

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News