Ciclismo: a Ome la vittoria è bergamasca, Braghini e Codenotti di bronzo

Braghini Ome maggio 2019

Passano gli orobici a Ome nella prima edizione del Trofeo Ernesto Bono: nel doppio appuntamento riservato agli Esordienti il primo posto è andato ad Andrea Rinaldi (Sarnico) e Matteo Falchetti (Villongo). Medaglie d’argento ai mantovani Kevin Lanzarotto e Angelo Monister della Mincio Chiese. Terzo gradino del podio per i bresciani Luca Braghini e Simone Codenotti, che hanno corso con i colori della Ronco Maurigi Delio Gallina. Alle due corse hanno partecipato 60 e 51 concorrenti su un circuito abbastanza «nervoso», ripetuto rispettivamente sei e nove volte, con l’ulteriore coefficiente di difficoltà dato da una pioggia costante e insistente. Nella prima corsa Andrea Rinaldi ha centrato la terza vittoria stagionale con uno sprint implacabile. A salvare l’onore bresciano è stato il gussaghese Luca Braghini, terzo stavolta, da qualche settimana leader di questa categoria per la classifica dei migliori bresciani. Nell’altra manche epilogo favorevole a Matteo Falchetti, al suo primo successo a conclusione di uno sprint ristretto a ventuno corridori. Angelo Monister, cugino del dilettante Gianmarco Begnoni, ha concluso in secondo, confermando di essere uno dei migliori giovani in circolazione, come pure Simone Codenotti, gussaghese doc, terzo al traguardo. Il beniamino di casa Daniele Bono, nipote di Ernesto «Cialì» Bono e Renato Bongioni, ha chiuso la top ten di giornata.
Angiolino Massolini

Fonte: Bresciaoggi