Ciclismo: successi per Tomas Trainini e Simone Codenotti

Tomas Trainini la prima d’autore alla “classica” di Passirano

Una volata d’autore per il primo sigillo stagionale. Torna a parlare bresciano il Trofeo Caduti e dispersi Comune di Passirano (35° Trofeo Valloncini): a Camignone, nella 55esima edizione,a trionfare allo sprint è Tomas Trainini del team Lvf. Per il portacolori del sodalizio bergamasco, cresciuto nelle file della Ronco Maurigi, al primo anno nella categoria, dopo due buoni piazzamenti – quarto posto a Correzzana e sesto a Cremona – matura la prima affermazione, ottenuta peraltro a pochi chilometri da casa.

«Volevo questa vittoria – racconta Tomas, classe 2001, originario di Gussago dopo il traguardo – e nonostante una caduta a metà gara sono riuscito a conquistarla. Nel finale ho provato l’allungo insieme ad altri due corridori e quando ho visto che il gruppo ci stava rimontando ho stretto i denti e alla fine ce l’ho fatta. La stagione è ancora lunga, ma sono felice di averla iniziata con il piede giusto». Seconda piazza per il veronese Vignato (Thermoking Cailotto Service), terzo il bergamasco Berzi, compagno di scuderia di Trainini e cresciuto ciclisticamente alla Progetto ciclismo Rodengo Saiano presieduta da Fabrizio Bontempi.

La corsa entra nel vivo quando già nelle prime tornate, in particolare grazie a Galimberti (Energy Team), il più attivo di giornata, poi vincitore della speciale classifica del Gran Premio della Montagna, si susseguono scatti e controscatti. Il plotone si mantiene allungato e al quinto dei sette giri previsti è Galimberti a tentare, invano, l’allungo in solitaria. All’inizio del penultimo giro in testa si propone un drappello di 14 unità da cui poi si sgancia Lamanna (Feralpi Monteclarense), al comando fino all’inizio dell’ultima tornata. È a tre chilometri dall’arrivo che, grazie a un terzetto formato da Trainini, Galimberti e Debenedetti (Team Giorgi), prende vita l’azione decisiva della gara. Il gruppo preme alle spalle degli attaccanti e, all’ultimo chilometro, torna compatto: a decidere la gara è la volata finale che premia nettamente Trainini. Da segnalare in coda, che la giuria ha emanato al termine della corsa, un provvedimento di squalifica nei confronti del corridore Pezzali (Feralpi Monteclarense) per comportamento antisportivo. Episodio che ha agitato gli animi nel dopogara.

Ordine d’arrivo
1) Tomas Trainini (Lvf) km 96,5 in 2h21’41″ alla media di 40,866 km/h;
2) Davide Vignato (Thermoking Cailotto Service) st;
3) Andrea Berzi (Lvf);
4) Andrea Luca Giuliani (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco);
5) Federico Zorzan (Thermoking Cailotto Service);
6) Mattia Pinazzi (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco);
7) Samuel Nova (Team Giorgi);
8) Gianluca Cordioli (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco);
9) Jesus Torres (Biassono);
10) Filippo Pezzali (Feralpi Monteclarense).
Sabina Loda

Esordienti: Codenotti a Pontenure

Due successi per i corridori bresciani della categoria Esordienti impegnati fuori provincia dal momento che in questa categoria non erano in programma competizioni. A Pontenure, ai piedi dell’appennino emiliano in provincia di Piacenza, grande successo per il figlio d’arte Simone Codenotti della Ronco Maurigi Delio Gallina, protagonista di una lunga cavalcata solitaria di 20 chilometri, riuscendo a vincere la sua prima corsa nella categoria. Settimo il compagno Daniele Bono.

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News