Dolore a Navezze per la morte del 56enne gravemente ustionato a giugno

Ospedale Civile di Brescia

Dolore a Navezze di Gussago per la morte dell’operaio di 56 anni rimasto ustionato il 22 giugno e ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano dove è deceduto lunedì. Le fiamme lo avevano avvolto alle 7:30 del mattino in via Molino Vecchio a Gussago. Molto conosciuto in paese anche per l’impegno nel campo del volontariato e per la costante presenza all’oratorio di Gussago, il 56enne lavorava per una ditta di Cellatica. In ospedale a Brescia dove era stato ricoverato prima del trasferimento a Milano i medici avevano accertato ustioni sul 30% del corpo con ustioni di terzo grado. Le cure non hanno permesso di superare la crisi e dopo sei giorni di ospedale è deceduto. Erano stati i familiari a soccorrerlo e a spegnere le fiamme con una coperta e a chiamare il «112». E poichè Brescia non dispone di un centro ustionati in elicottero era stato trasferito al Niguarda di Milano dove era stato avviato in terapia intensiva. Ieri purtroppo il decesso. I carabinieri di Gussago non escludono la volontarietà del gesto.
F.MO.

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News