Esselunga: sfumato il progetto di un nuovo supermercato nella zona tra Gussago e Cellatica

Esselunga

Mentre i gruppi bresciani della grande distribuzione si riorganizzano (con l’alleanza tra Italmark, Family Market e Zerbimark), i milanesi di Esselunga perseguono una politica di sviluppo su tutto il territorio nazionale, e anche nella nostra provincia. Sono cinque, attualmente, i supermercati Esselunga presenti sul territorio: due in città (via della Volta e via Milano), Corte Franca, Sarezzo e Desenzano del Garda (l’ultimo arrivato). E sono 600 i dipendenti operativi nei negozi bresciani.

Il gruppo Esselunga, guidato dall’a.d. Carlo Salza (Vincenzo Mariconda è presidente mentre il patron Bernardo Caprotti, almeno ufficialmente, a 88 anni si gode la pensione), ha approvato un piano di crescita che, nel biennio 2014 – 2015, prevede l’assunzione di circa 2.000 persone. Ora i dipendenti di Esselunga sono 20.605, con un incremento di 400 unità rispetto al 2012. Nei progetti del gruppo milanese (il quartier generale è a Limito di Pioltello) c’è il raddoppio del supermercato di Corte Franca. Il piano attuativo per l’ampliamento del negozio è già stato approvato dal Consiglio comunale del comune franciacortino. In questo momento, l’Esselunga di Corte Franca copre un’area di 13.000 mq; la superficie espositiva raggiungerà quindi i 26.000 mq e verrà anche realizzato un parcheggio interrato con due scivoli d’accesso (i posti auto passeranno da 300 a 800). Lo sviluppo del supermercato comporterà nuove assunzioni (almeno 50 addetti secondo le previsioni).

Esselunga, inoltre, tiene d’occhio da tempo l’area tra Gussago e Cellatica. Il gruppo della Gdo, secondo quanto si apprende, aveva intenzione di realizzare in quella zona un nuovo supermercato. Ma il progetto sarebbe sfumato dopo la decisione di Famila di costruire un negozio a Gussago (i lavori si stanno per concludere).

L’azienda fondata da Caprotti ha 144 superstore e supermarket in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana e Liguria. Il piano di sviluppo prevede una nuova apertura anche nel Lazio. Il 2013 si è chiuso con vendite per 6,9 miliardi, in crescita dell’1,7% rispetto al 2012. Il risultato operativo, secondo le stime, sarà di 300 milioni, in calo rispetto al dato dello scorso anno (360 milioni) «anche in seguito – precisa una nota di Esselunga – alla politica dei prezzi applicata: mentre i fornitori hanno praticato aumenti dell’1,8%, il gruppo ha mantenuto per i propri clienti gli stessi prezzi del 2012, vendendo a inflazione zero». Il primo negozio Esselunga è stato aperto a Milano, in viale Regina Giovanna, nel 1957. Da allora la catena è cresciuta costantemente, con ricavi in aumento nonostante la crisi dei consumi che, negli ultimi anni, ha interessato anche il comparto alimentare.
Guido Lombardi

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News