Fotogallery “34^ Cronoscalata podistica di Civine 2015”

Fotogallery 34^ Cronoscalata di Civine 2015

Antonio Toninelli, bergamasco della Val di Scalve ed ex nazionale della corsa in montagna, ha messo il suo nono sigillo consecutivo sulla «Cronoscalata delle Civine». Continua così l’incredibile feeling dell’atleta tesserato per la camuna Corrintime con la corsa gussaghese, giunta quest’anno alla sua 34esima edizione ed organizzata sabato pomeriggio con la solita maestria dalla Rebo Gussago capitanata da Franchino Reboldi. Quasi duecento gli iscritti al via della scalata lunga solamente 1850 metri, ma massacrante dal punto di vista della pendenza (11% media), con duecento metri di dislivello che mettono a durissima prova muscoli e fiato. Antonio Toninelli non ha dunque avuto rivali nella corsa che, come lui stesso la definisce, è quella a cui tiene maggiormente nella stagione. Un binomio quello che lega Antonio Toninelli alle Civine iniziato nel 2005 ed interrotto solamente nel 2012 e 2013 perché la cronoscalata non fu disputata. Di rilievo, anche se lontano una ventina di secondi dal record assoluto da lui stesso detenuto (7’03 nel 2011), il tempo fatto registrare da Toninelli sull’impegnativo tracciato gussaghese. Il crono di 7’29 vale la terza prestazione assoluta sui tornanti delle Civine, performance superiore oltre a quella del record ed al 7’20 che Toninelli firmò nel 2009. A far compagnia sul podio all’atleta di Vilminore un altro orobico, Jacopo Brasi (7’49) portacolori di quell’Atletica Valseriana che vanta una grandissima tradizione nella corsa in montagna ed un Simone Faustini che mettendo a frutto il suo ottimo stato di forma si è permesso il lusso di mettersi alle spalle un grimpeur di razza quale il valsabbino Marco Zanoni. Un solo secondo ha diviso sulla linea del traguardo Faustini (8’06) da Marco Zanoni (8’07), quest’ultimo «uguagliato» da Giovanni Frosio (Libertas Gussago). Fra i primi dieci anche Riccardo Morandini (Falegnameria Guerrini), Michele Giudici (Valseriana), Stefano Zaggia (Free Zone), Luca Beggiato (Valseriana) e Stefano Bassetto (Running & Adventure).

Se Simone Faustini non è riuscito a trovare la zampata vincente, con Brasi e Toninelli che si sono dimostrati più forti, la sorella Clara è riuscita nell’impresa di iscriversi per la prima volta nell’albo d’oro della prestigiosa cronoscalata. Sfruttando l’assenza di Sara Bottarelli, l’atleta bresciana che sta monopolizzando ogni corsa che si corre sul territorio ed impegnata a Sestriere con la nazionale azzurra, Clara Faustini ha saputo interpretare benissimo il tracciato, sfruttando anche i consigli di papà Osvaldo disposto sul percorso per incitarla. Il tempo impiegato dalla figlia d’arte (9’54) non è niente di eccezionale rispetto ad esempio al record della manifestazione detenuto dalla reggiana Daniela Paterlini (9’07 nel 2009), ma è stato più che sufficiente per respingere l’assalto di Angela Serena (Free Zone), seconda in 10’06 e quello meno atteso della giovane juniores Mara Ghidini (Atl. Brescia 1950) che ha scalzato dal podio la camuna Simona Pelamatti (Free Zone) data come una delle favorite della vigilia. Al traguardo, prima fra le SF65, anche Valentina Bottarelli, colei che fra gli anni ottanta e novanta fu capace di collezionare ben 10 successi assoluti, record per ora solo avvicinato da Antonio Toninelli.
Folco Donati

Fonte: Bresciaoggi

I risultati completi a questo link:
http://fidalbrescia.it/wordpress/wp-content/uploads/20150620_CronoscalataCivine-risultati.pdf

Fotografie di Pintossi Giampietro (Pierino).


Le fotografie continuano, clicca qui sotto:

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News