Fotogallery “Quando si faceva la Costituzione. Storia e personaggi della Comunità del Porcellino”

Fotogallery "Quando si faceva la Costituzione. Storia e personaggi della Comunità del Porcellino"

Lunedì 26 maggio 2014 si è tenuto il settimo ed ultimo appuntamento della rassegna “Fare memoria del Bene“, organizzata dal Comune di Gussago e dalla parrocchia “Santa Maria Assunta”. Nella sala “Mons. Bazzani” di Gussago, a pochi giorni dalla Festa della Repubblica, si è tenuto l’incontro “Quando si faceva la Costituzione. Storia e personaggi della Comunità del Porcellino“, durante il quale l’on. Paolo Corsini ha ripercorso alcuni momenti cruciali della storia del nostro Paese ed in particolare la storia degli intellettuali che furono tra i protagonisti della svolta repubblicana in pieno dopoguerra, un periodo di grandi speranze della neonata Repubblica Italiana.

Durante l’introduzione il prof. Anselmo Palini ha ricordato le vittime di Piazza Loggia leggendo davanti ad un pubblico silenzioso i nomi di questa strage della quale ricorre il 40° anniversario tra pochi giorni (28 maggio):

Giulietta Banzi Bazoli, anni 34, insegnante
Livia Bottardi Milani, anni 32, insegnante
Euplo Natali, anni 69, pensionato
Luigi Pinto, anni 25, insegnante
Bartolomeo Talenti, anni 56, operaio
Alberto Trebeschi, anni 37, insegnante
Clementina Calzari Trebeschi, anni 31, insegnante
Vittorio Zambarda, anni 60, operaio

Il senatore Corsini da inizio al dibattito dando una spiegazione sull’esperienza della “Comunità del Porcellino” nata tra la fine degli anni quaranta e gli inizi degli anni cinquanta, al civico 14 di via della Chiosa Nuova, a due passi da piazza Navona e da Montecitorio. Durante il periodo delle grandi speranze della neonata Repubblica italiana, alcuni fra i massimi rappresentanti del cattolicesimo politico italiano trovarono in quel palazzo la calorosa accoglienza delle sorelle Portoghesi. Nella Comunità del Porcellino transitarono molti protagonisti dell’irripetibile stagione dell’Assemblea costituente: da Giuseppe Dossetti, Giuseppe Lazzati a Giorgio La Pira, ad Amintore Fanfani, da Laura Bianchini (Militante nella resistenza bresciana) i quali stesero parte della costituzione vedi articoli 2/3/10/11 il comun divisore che li univa era la voglia di costruire un qualcosa che facesse rinascere l’Italia distrutta dalla guerra.

Una relazione quella di Corsini attenta e esaustiva che porta l’ascoltatore a riflettere che da un nome goliardico come la “Comunità del porcellino” si nascondevano “Professorini” di spessore che hanno dato vita a alla Costituzione.

A cura di Iosemilly De Peri per Gussago News

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News