Il Gussago Calcio non sfonda la trincea scavata dal Villa Nuova

Logo Gussago Calcio 2017

Gussago Calcio – Villa Nuova 0-0

Il Gussago fa la partita, ma non va oltre il pareggio contro il Villa Nuova. La squadra del neo-tecnico Savoldi crea almeno sei occasioni limpide ma, tra imprecisione e sfortuna, non riesce a conquistare una vittoria che sarebbe stata cruciale per le ragioni di classifica. Nelle file della squadra franciacortina si rivede in campo Gianluca Manini, portiere classe ’83 che aveva abbandonato i guantoni per dedicarsi ai più giovani, adesso tornato in campo per sopperire agli infortuni di Gentile e Ferretti. Il cambio in panchina sembra aver rinvigorito il Gussago, che solo nel primo tempo costruisce occasioni interessanti grazie ai fraseggi in velocità degli attaccanti. Bove spreca subito un cross di Boakye con un colpo di testa impreciso, mentre al 32′ Grassi si fa trovare pronto sul tiro dal limite di Trainini, così come 5′ dopo sulla conclusione di Bove. Cameletti di testa su azione da calcio d’angolo impegna ancora il portiere, mentre il Villa Nuova si fa vedere solo con un paio di situazioni su palla inattiva, senza esito. Nella ripresa il Gussago continua a spingere: al 1′, una splendida azione di prima libera Boakye al limite, l’attaccante sceglie il tiro immediato e non trova la porta. Il Villa Nuova si vede solo con un’incursione di Bara, fermata da Manini in uscita. Poi, è solo Gussago. Lai a metà strada tra dischetto e area piccola si fa rimpallare il tiro da Ferrari, mentre Boakye, al 35′, trova ancora una deviazione della difesa.

GUSSAGO CALCIO: Manini, Salvadori (1′ st Lai (34′ st Ungaro), Neya, Lumini, Cameletti, Benaglia, Bertelli (23′ st Toninelli), Trainini (30′ st Dancelli), Cancarini (15′ st Barbisoni), Bove, Boakye. A disposizione: Rocchi. All. Savoldi.
VILLA NUOVA: Grassi, Busi, Forgioli, Pavoni, Ferremi (13′ st Pejicic), Sirio Ferrari, Bara, Balzo, Coletti (13′ st Mora), Zini, Decò. A disposizione: Pasini, Simone Ferrari, Ravera, Doumbia, Girardi. All. Sella.

Arbitro: Khandouq di Cremona.
Note: ammoniti Lumini, Lai, Pavoni, Bara, Coletti, Zini.

Fonte: Bresciaoggi