Inizio dell’anno scolastico 2014/2015 con la testimonianza di Trebeschi

Logo scuola Sale Teresio Olivelli

Riparte la scuola nel segno della memoria, perché la memoria del passato è insegnamento per il presente e fondamenta del futuro. Riparte anche nel segno della collettività, perché la vera forza è nella diversità e nella cooperazione. Nell’unione di intenti e di capacità si cresce e si evolve. Questo il messaggio trasmesso dall’avvocato Cesare Trebeschi – ex sindaco di Brescia e figlio dell’avvocato Gian Andrea Trebeschi, antifascista deceduto nei lager – che ha lasciato profonda traccia nei cuori di alunni e insegnanti e delle autorità intervenute ieri per l’inizio dell’anno scolastico, alla primaria Teresio Olivelli di Gussago. Partendo dal concetto della paura, che deve essere vinta, insieme. Messaggio ribadito anche dalla dirigente scolastica Enrica Massetti: «Bellissime le parole dell’avvocato Trebeschi: la scuola dovrebbe diventare, e lo è già, un luogo dove si coltivano le belle parole per costruire una bella comunità»; e il sindaco Marchina: «La comunità scolastica è una delle più importanti, perché è la base da cui partire per costruire la società».

All’alzabandiera, a cura dell’Ana di Gussago, è seguito il messaggio di buon auspicio per il nuovo anno da parte dell’ex sindaco di Brescia: «Imparate la bellezza della scoperta, imparate a vedere, non solo a guardare, ad ascoltare, non solo a sentire, usate la bocca per domandare. Allora la vostra scoperta sarà più meravigliosa di quella di Colombo».

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News