Lavori in corso alla Fondazione Richiedei: Centro Unico di Prenotazione e sistema gestionale

CUP Fondazione Richiedei

La scorsa primavera era stata data la notizia del progetto di ristrutturazione degli spazi adiacenti la portineria della Fondazione Richiedei di Gussago per realizzare gli uffici del CUP (Centro Unico di Prenotazione). L’arrivo della pandemia ha determinato la sospensione ed il conseguente ritardo della fase realizzativa che si sta ora concludendo. Collateralmente ai lavori strutturali sta procedendo la sostituzione dell’infrastruttura della rete per i servizi informatici e dei vetusti software con un nuovo gestionale integrato. Sul piano assistenziale invece, a seguito del riacutizzarsi della pandemia e della necessità di supportare gli ospedali del SSN, ormai in situazione di emergenza per l’elevato numero di ricoveri di pazienti positivi al Covid-19, dall’inizio di novembre la Fondazione ha riconvertito, in coerenza con le indicazioni regionali, d’intesa con l’ATS di Brescia, alcuni posti letto.

Concretamente, dal 5 di novembre ultimo scorso, il Servizio Sperimentale STAR della sede di Gussago (20 posti letto) ha sostituito le degenze di comunità a disposizione dei Medici di Medicina Generale con quelle per pazienti sub-acuti Covid positivi paucisintomatici provenienti dagli ospedali e dalle strutture locali. Analogamente, dal 9 novembre scorso, è stato temporaneamente riconvertito con le stesse finalità il reparto di Riabilitazione Alcologica di Palazzolo sull’Oglio (15 posti letto). Le strutture si sono progressivamente ma rapidamente saturate e non è da escludere la necessità di ulteriori riconversioni. Dipenderà dall’andamento della seconda ondata. La scelta, adeguatamente ponderata anche sulla base dell’esperienza vissuta nella scorsa primavera, intende rispondere con senso civico e di responsabilità ai bisogni attuali, tenendo conto della necessità di svolgere tali servizi con modalità rispettose dei protocolli di sicurezza e delle indicazioni delle competenti autorità, al fine di tutelare il bene primario della salute di tutti.

Per tale ragione gli ambiti individuati per dette attività che, si ripete, riguardano i soli pazienti Covid positivi paucisintomatici, sono ubicati in strutture e spazi nettamente separati con specifici percorsi e personale dedicato; personale adeguatamente formato e dotato dei necessari presidi di protezione. In particolare nell’ambito dell’attività di vigilanza e prevenzione, tutto il personale di assistenza della Fondazione viene sottoposto a screening periodico (tampone e sierologico) con frequenza di riferimento quindicinale. Rassicura che al momento della redazione del presente comunicato non esistono all’interno della Fondazione focolai di infezione da Covid-19. Si confida che tutto proceda nel migliore dei modi in attesa di ritornare alla normalità.

Fonte: Il Giornale del Gussago Calcio

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News