Alla 10 km di Lonato vince Khalid En Guady

Khalid En Guady sul traguardo di Lonato

Sono stati il marocchino di Gussago e che difende i colori dell’Atletica Rodengo Saiano, Khalid En Guady e la mezzofondista della Freezone, Alessandra Seghezzi a salire sul gradino più alto del podio nella seconda edizione della 10 chilometri di Lonato. L’evento organizzato dall’Atletica Lem Italia Lonato, in collaborazione con l’Enjoy Your Run e la Rosa Associati, ha registrato alla partenza poco meno di 250 atleti, fra cui alcuni dei migliori esponenti del settore a livello provinciale e regionale. In campo maschile si è imposto il magrebino ormai naturalizzato bresciano, Khalid En Guady (vincitore del soggiorno e del pettorale per la prossima maratona di New York) che sul finire della gara ha staccato il connazionale, che corre con la canotta del Club San Rocchino, Adbellatif Batel, che sul traguardo posto in Piazza Martiri della Libertà ha concesso al vincitore solo 34 secondi.

Bella e combattuta la sfida fra i due marocchini, che partiti subito forte hanno immediatamente fatto selezione. Poco prima di metà gara Batel ed En Guady si erano già involati verso il successo, mentre agli inseguitori non rimaneva che lottare per il bronzo alla fine conquistato dall’orobico Igor Rizzi. Fra i primi dieci hanno trovato gloria un redivivo Simone Faustini (San Rocchino), i due tesserati per il Freezone di Provaglio d’Iseo, Mohammed El Kasmi e Nicola Venturoli, il triumplino Davide Boroni (S. Rocchino), Simone Bonomini (Pol Malvicina) e Davide Danesi (Freezone). Non meno combattuta la corsa femminile. Si è imposta Alessandra Seghezzi, pistard e specialista dei cross, che sui dieci chilometri filanti di Lonato si è trovata a meraviglia. Dopo una bel testa a testa con l’orobica del Gruppo Alpinistico Vertovese, Paola Gariboldi, l’atleta bedizzolese si è involata a circa tre chilometri dall’arrivo giungendo a braccia alzate in Piazza Martiri della Libertà. Ottima terza, su una distanza a lei poco congeniale, la maratoneta keniana di Cortefranca (è italiana dal 1995), Josephine Wangoi. Monica Baccanelli (Freezone) e la figlia d’arte Clara Faustini (Atl.Brescia 1950) hanno sfiorato il podio al termine di una corsa di ottimo spessore, giungendo rispettivamente quarta e quinta. Paola Rosini, Pierangela Sala, Franca Boletti, Vera Derrigo e Cinzia Martini hanno poi completato la classifica delle primi dieci.
Folco Donati

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News