La maratona di New York è sempre il regno dei bresciani

peli-maratona-new-york-2016

Grande la soddisfazione al traguardo per l’avvocato Maria Luisa Garatti: «Non corro per vincere, ma per vivere». è il motto che ha coniato per sostenere il progetto ideato con l’appoggio della sezione di Brescia dell’Aism, l’Associazione italiana sclerosi multipla e del Centro Marathon del professor Gabriele Rosa. Con Maria Luisa, che ha iniziato un percorso scientifico per valutare i benefici terapeutici della corsa, al traguardo sono giunti con lo stesso scopo Andrea Verzelletti di Erbusco, Marina Parisio di Erbusco, Ivana Peli di Gussago (5h 12’, accompagnata dalla sorella Linda) e Corinna Heidecker di Flero.

«Se arriverò a 80 anni e sarò ancora in grado di correre mi regalerò un pettorale per New York». Vito Vento, arzillo podista di Nave che veste i colori della Rebo Gussago, è tornato nella Grande Mela dopo esserci già stato nel 2001 (3h 51’) e non fa nulla se il tempo finale dell’altro giorno (6h 21’) è molto stato più alto rispetto a 15 anni fa: a 80 anni tutto è permesso.

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News