Alla Maratonina di Cellatica 2016 è dieci con lode per “Momo” El Kasmi

Momo El Kasmi mezza maratona Cellatica 2016

La «Maratonina di Cellatica» ha celebrato domenica mattina il suo decimo anniversario ed alla festa hanno partecipato i suoi quasi cinquecento iscritti, di cui quattrocento tondi tondi giunti sotto lo striscione d’arrivo. Altro esame superato a pieni voti per l’Atletica Cellatica che anche questa volta ha saputo organizzare un evento perfetto dal punto di vista dell’allestimento, impreziosito dalle vittorie di “Momo” El Kasmi ed Elisa Battistoni. Il magrebino di Gussago, oggi forse il miglior specialista bresciano sulla distanza, che domenica scorsa si era dovuto fermare a bordo strada nel corso del Vivicittà per un problema intestinale, ha dominato la scena su quel tracciato che spesso e volentieri utilizza per i suoi allenamenti.

Gara quasi perfetta per il portacolori dell’Atletica Rodengo Saiano, che ha chiuso la sua fatica in 1h10’31”, sua decima prestazione all time, vincendo l’ennesima sfida con l’ex compagno di squadra Nicola Venturoli (Free Zone) che l’anno passato invece lo aveva battuto. El Kasmi e Venturoli si sono impossessati delle chiavi della corsa sin dalle battute d’avvio, con l’orobico specialista ella corsa in montagna, Danilo Bosio a fare da terzo incomodo anche se a metà gara già abbastanza attardato rispetto alla coppia di testa. La progressione imposta alla corsa da «Momo» El Kasmi negli ultimi chilometri non ha lasciato scampo a Nicola Venturoli (1h11’06”) che non ha reagito, anche perché in procinto di partecipare alla maratona di Padova domenica prossima e quindi non interessato a forzare un ritmo che non avrebbe fatto parte della sua attuale tabella di allenamento. Al terzo posto si è classificato Danilo Bosio (1h13’14”) che ha così regalato un prestigioso podio all’Atletica Lumezzane di Antonella Cimaschi e Antonio Polonini.

Scorrendo la classifica si incontra il buon quarto posto ottenuto da Claudio Del Moro (Atletica Paratico, 1h14’42”) e subito dopo si saluta con entusiasmo il ritorno nelle parti alte di una graduatoria del camuno Luca Re (Corrintime, 1h14’59”) che dopo alcune stagioni di inattività torna all’agonismo con propositi di rinverdire quelle ottime cose proposte da Junior e Promessa. Marco Maini (New Athletic Sulzano), Silvio Gobbini (Atletica Pertica Bassa), Pierluca Armati (Gsa Sovere), Cristiano Consolati (Free Zone) e Marcello Pedretti (Cus Brescia) gli atleti che nell’ordine si sono classificati fra i primi dieci.

La desenzanese Elisa Battistoni (Arieni Team), specialista del triathlon, seconda l’anno scorso a Cellatica battuta da Monica Seraghiti, è salita sul gradino più alto della prova femminile, dominando le avversarie sin dai primissimi metri di gara. Con 1h23’06” la Battistoni ha dovuto attendere più di due minuti prima di veder sopraggiungere la sua più immediata inseguitrice: la bergamasca Daniela Majer. Terzo poso per Valeria Tiburzi che veste la casacca dell’Atletica Paratico. Nella classifica per società in campo maschile ha primeggiato l’Atletica Paratico (8176 punti) con l’Atletica di Lumezzane (6255) e Atletica Brescia Marathon (3681) a completare il podio, mentre nel settore femminile vittoria per l’Atletica Paratico (304) cheha regolato l’Atletica Brescia Marathon (274) e l’Arieni Team (124).
Foldo Donati

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News