Mastica amaro lo Yes Basketball che perde di un solo punto a Mantova

Yes Basketball

San Pio X Mantova – Yes Basketball Gussago 68-67

Verolanuova chiama, la storica bandiera e capitano Alessandro Salvini risponde. Nel momento più difficile di questa prima parte di stagione, con tre sconfitte di fila sul groppone e una serie inenarrabile di infortuni a referto (su tutti Baldrighi, stagione finita, e Arcidiacono, che dovrebbe rientrare a metà febbraio), con i nuovi Veloso e Biondi che si stanno inserendo, con i giovani Savio e Anghel a mezzo servizio, la Lic punta sull’usato sicuro e bussa nuovamente alla portata di Salvini. Successe lo scorso anno ed è ricapitato venerdì, quando è arrivata la prima convocazione stagionale. Da due anni il capitano, che aveva ufficialmente appeso le scarpette al chiodo nel 2019 (dopo 14 stagioni e oltre 400 partite in gialloblù), è un aggregato di lusso per gli allenamenti. Ma così come lo scorso anno (dove alla fine collezionò 17 presenze), c’è stato bisogno di lui: contro Casalmaggiore è stato decisivo nella vittoria con 14 punti e con canestri realizzati nei momenti topici. Con due triple ha lanciato i giallobù sul +12 (71-59 all’inizio dell’ultimo periodo). Anche se Casalmaggiore non ha mollato, anzi con uno 0-10 di parziale è rientrata (71-69). Ci ha pensato poi Colombo a trovare canestri importanti (dopo Paroni), ma a chiuderla è stato ancora Salvini, con un 4/4 ai liberi negli ultimi venti secondi che ha portato al definitivo 83-77. Se Verola ha ripreso la sua corsa, chi non si ferma più è il Basket Chiari, che al termine di una battaglia incredibile, supplementare incluso, ha avuto ragione del Viadana. Nel big match di giornata Crepaz (migliore dei suoi con 20 punti) e compagni hanno chiuso sotto i primi tre quarti (20-24; 32-41; 55-60), ma sono comunque riusciti a tenere testa ai mantovani, scappando sul +6 a due minuti dalla fine. Poi la reazione di Viadana, risalita fino a -1 dalla lunetta ma costretta al supplementare dall’1/2 di Goodman. Ferrarini e Pesenti i trascinatori in casa Chiari nei 5′ extra, per la quinta vittoria di fila e l’aggancio al quarto posto proprio a Viadana.

Finisce con un doppio ko invece la sfida alle prime della classe di Yes Basketball e Manerbio, che soccombono a San Pio X e Soresina. Mastica amaro Gussago, che perde di un solo punto a Mantova (68-67) e dopo essere stata avanti di 4 negli ultimi minuti. È invece senza storia il match tra Manerbio e Soresina, con i cremonesi avanti di venti già a metà gara (25-45). Nel posticipo domenicale infine brutta battuta d’arresto per la Monteclarense, che dopo tre vittorie consecutive interrompe bruscamente la propria corsa a Curtatone in un match iniziato male e finito peggio.

La classifica:
Soresina e San Pio X Mantova 18; Ombriano 14; Chiari e Viadana 12; Verolanuova e Curtatone 10; Yes Basketball Gussago, Manerbio, Pallacanestro Monteclarense, Casalmaggiore ed Excelsior Bg 8; Robur Somaglia 6; Blu Orobica 0.

SAN PIO X MANTOVA Maione, Colla 7, Malagutti 21, Falco n.e., Steccanella 14, D’Amelio 6, Brusini, Asan 17, Natali , Pongiluppi n.e., Polinari n.e., Mauceri. Allenatore: Gabrielli.
YES BASKETBALL GUSSAGO Valenti, Rai. De La Cruz, Rau. De La Cruz 11, Bianchi 15, Mora 11, Zoccoli, Outmane 6, Ballini 2, Asamoah 11, Tedoldi 11. Allenatore: Sguaizer.

Arbitri: Cassago di Brescia e M. Ghidini di Azzano Mella
Parziali: 22-19; 40-34; 53-54.

Fonte: Bresciaoggi

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News