Nuova farmacia a Gussago: dopo oltre dieci anni sarà realtà

Farmacia

Una storia alquanto travagliata quella legata alla quinta farmacia che sorgerà nel comune di Gussago. L’assegnazione della quinta farmacia (privata e non comunale) è un atto che compete a Regione Lombardia che in base al numero di abitanti del comune definisce quante farmacie si possono insediare sulla base del principio di una equa distribuzione sul territorio, che viene poi formalizzato con la suddivisione del territorio in zone di competenza assegnate alle singole farmacie detta “pianta organica”.

Attraverso un bando ad evidenza pubblica Regione Lombardia crea una graduatoria e di conseguenza assegna a soggetti privati l’apertura di una farmacia. Nel caso di Gussago la quinta farmacia è stata assegnata a Casaglio nel 2012. Gli assegnatari hanno tempo 6 mesi per trovare uno spazio per l’apertura, ovviamente questo spazio va trovato all’interno del perimetro individuato. Purtroppo la frazione di Casaglio non ha immobili costruiti disponibili facilmente adattabili a un servizio di questo tipo, infatti sono stati molti gli assegnatari che in tutti questi anni hanno rinunciato. Trattandosi di servizio importante per la popolazione e vista la particolare situazione della frazione il comune si è reso disponibile a cedere in diritto di superficie parte dell’area di piazza Trebeschi, per permettere l’installazione di un manufatto prefabbricato ad uso esclusivamente della farmacia. In questi 10 anni tutti gli assegnatari avevano rinunciato finché l’ultima assegnazione è andata a buon fine.

“Ci sembra una scelta logica in quanto il servizio si collocherà in una posizione baricentrica alla frazione, facilmente raggiungibile dagli abitanti e in un’area già dotata di parcheggi” ha commentato il Sindaco Giovanni Coccoli.

La nuova costruzione, mono-piano, di circa 120mq non ridurrà gli spazi verdi della frazione e sarà l’occasione per risistemare e riqualificare la parte rimanente della piazza, che manterrà un uso pubblico. La concessione in diritto di superficie prevede che il terreno resti di proprietà del Comune, così come lo sarà il manufatto una volta terminata la durata del diritto pari a 30 anni.

Fonte: primabrescia.it

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti al canale WhatsApp di Gussago News
- iscriviti alle Newsletter di Gussago News