Dall’olio esausto spunta un gruzzolo per le scuole

olio esausto

Dalla raccolta dell’olio esausto 400 euro per le scuole di Gussago. «Rigeneriamoli» è la campagna per la raccolta differenziata dell’olio esausto, voluta dal Comune con la Cooperativa «Cauto», avviata nel 2013. Il progetto vuole sensibilizzare sul tema del riciclo e del recupero del materiale di scarto che può essere rigenerato e trasformato in risorsa per la produzione di nuovi beni d’uso. Ogni famiglia può raccogliere l’olio vegetale domestico in bottigliette di plastica e conferirle ben chiuse negli appositi contenitori. Non possono essere raccolte: acque di lavaggio, oli sintetici da motore, e residui di alimenti. È possibile conferire il proprio olio esausto domestico tutti i giorni alle scuole elementari di Navezze, Ronco, Casaglio e Sale, asilo Munari, Nava e Piovanelli, Centro Incontro Anziani, oratorio di Civine e, negli orari di apertura, all’isola ecologica.

Nel 2017 il dato della raccolta (3962 chili) è in lieve controtendenza rispetto al trend positivo degli ultimi anni: «Siamo passati dai 4057 chili del 2014, ai 5056 del 2015, fino ai 5364 del 2016» dichiara il sindaco Giovanni Coccoli. L’accordo stipulato da Comune e «Cauto» prevede che sia riconosciuta una somma pari a 100 euro a tonnellata da destinare alle scuole del territorio. «La somma derivante dalla quantità di olio recuperato nel 2017 ci ha permesso di ottenere 400 euro, che abbiamo scelto di consegnare al nostro Istituto comprensivo (l’anno scorso i 500 euro circa erano stati consegnati agli asili della Fondazione Enti Morali, ndr): è una somma esigua, ce ne rendiamo conto, ma che comunque sarà di aiuto alle nostre scuole. Per questo voglio ringraziare i cittadini che hanno contribuito a questa raccolta, fondamentale perché tutela l’ambiente e al tempo stesso fonte di nuove risorse per Gussago».
Federico Bernardelli Curuz

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News