Operaio di giorno rapinava prostitute di notte, arrestato

Polizia

Ormai era diventato un vizio: arrotondava lo stipendio che si guadagnava lavorando in fabbrica, rapinando le prostitute durante la notte. A mettere la parola fine a questa perversa routine sono stati gli agenti della Polizia stradale di Chiari che hanno arrestato per rapina aggravata un operaio di 48 anni residente a Castegnato. L’uomo, con precedenti, almeno una volta la settimana, verso le tre di notte, andava in cerca di prostitute che aggrediva e derubava. Il modus operandi era sempre lo stesso: l’uomo faceva salire le ragazze sulla sua auto, come fosse un normale cliente, ma invece della prestazione sessuale chiedeva soldi minacciandole con un taglierino che puntava alla gola. Una volta che loro gli consegnavano la borsetta lui le scaraventava in strada e fuggiva.

La scorsa notte, la verso le 3:15, per il malvivente 48enne sono finalmente scattate le manette: l’uomo infatti è stato colto in flagranza di reato dagli agenti della Stradale. I fatti stavolta si sono svolti a Gussago: l’operaio ha accostato l’auto e, una volta concordato il prezzo, ha invitato la prostituta, una nigeriana di 25 anni, a salire. Una volta a bordo, dopo qualche decina di metri, l’uomo l’ha immobilizzata spingendola contro la portiera del lato passeggero e le ha puntato un taglierino alla gola minacciandola di morte se lei non le avesse consegnato l’incasso della serata.

«Dammi i soldi o ti sgozzo»: parole che hanno lasciato impietrita la 25enne. Sfruttando il momento di totale panico lui le ha strappato la pochette e poi ha spinto la ragazza fuori dalla macchina in corsa. Una scena che non è però sfuggita agli agenti della Stradale di Chiari che hanno finalmente fermato e preso quello che poi, dalle varie indagini e testimonianze, è risultato essere un rapinatore seriale di prostitute. L’operaio è quindi stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata e ora si trova nel carcere di Brescia, in attesa di giudizio. Ma dovrà fare i conti con la giustizia anche la vittima dell’aggressione, denunciata perchè clandestina: i poliziotti l’hanno accompagnata in Questura per le pratiche di espulsione.
Alessandra Portesani

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News