Rubino si aggiudica il 44° Trofeo Comune di Gussago di ciclismo

Uno scatto da grimpeur sullo strappo della Santissima e un arrivo a braccia alzate per il primo, prezioso, sigillo stagionale. È Samuele Rubino, piemontese del Team Lvf, il protagonista del 44° Trofeo Comune di Gussago, seconda gara provinciale della categoria Juniores organizzata a Gussago sotto l’egida del Gs Ronco Maurigi-Delio Gallina. Il portacolori del team bergamasco, dopo il terzo posto ottenuto a San Paolo D’Argon, coglie così in Franciacorta la prima vittoria stagionale. «Sono molto felice – racconta Rubino – che mi permette di iniziare al meglio la stagione. Io e Samuele (Carpene) abbiamo allungato sulla Forcella e poi collaborato di buon accordo fino all’ultimo. Nel finale sullo strappo della Santissima me la sono giocata ed è andata bene». Al secondo posto si piazza il veneto, e compagno di fuga di Rubino, Samuele Carpene (Assali Stefen), al terzo il giovane valtellinese, al primo anno nella categoria, Alessio Martinelli (Team Giorgi). Quinto il bresciano Tarolla (Aspiratori Otelli).

La Forcella fa selezione. La gara entra nel vivo nel tratto in linea finale successivo alle sei tornate del circuito cittadino nelle quali tutto il gruppo si mantiene allungato ma compatto. È in prossimità del Gp della Montagna sulla prima ascesa della Forcella dal versante di Gussago che il corridore originario di Pombia si porta al comando insieme a Carpene con un distacco di quasi 20″ sull’immediato inseguitore Martinelli e di 40″ sul resto del plotone. Poco dopo, tuttavia, lo scenario alle spalle della coppia di attaccanti al comando cambia e al loro inseguimento si porta un quartetto formato dallo stesso Martinelli, da Matteucci (Work Service) e dal duo targato Energy Team Proserpio-Carollo. A pochi chilometri dalla conclusione, nei pressi della seconda ascesa della Forcella dal versante di San Vigilio di Concesio, mentre al drappello di contrattaccanti si aggiungono anche Benedetti (Work Service) e Fumagalli (Energy Team), Martinelli prova a sganciarsi in solitaria dietro ai due fuggitivi che dal canto loro proseguono d’intesa con un vantaggio di 20″. Sono gli ultimi 500 metri a decidere la corsa e a premiare Rubino che, ai piedi della rampa finale della Santissima, stacca il compagno di fuga involandosi verso il traguardo.

Ordine d’arrivo
1) Samuele Rubino (Lvf) km 90 in 2h5’50” alla media di 42,914 km/h;
2) Samuele Carpene (Cipollini Assali Stefen) a 19″;
3) Alessio Martinelli (Team Giorgi) a 40″;
4) Nicola Plebani (idem) a 48″;
5) Matteo Tarolla (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco) st;
6) Andrea Gatti (Lvf);
7) Alex Raimondi (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco);
8) Federico Chiari (Team Giorgi);
9) Nicolò Tamussi (Capriolo);
10) Francesco Carollo (Energy Team).

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News