I sindacati in agitazione per i lavoratori Richiedei

Fondazione Richiedei

La Segreteria Provinciale Fials ha proclamato lo stato di agitazione in tutte le aziende sanitarie per i 67 lavoratori della sanità pubblica, dipendenti della Fondazione «P. Richiedei» di Gussago, in forza presso due reparti del Civile a rischio licenziamento perché la Dirigenza degli Spedali Civili ha deciso di spostare questi reparti presso altre strutture. In una nota diffusa dal segretario provinciale Antonio Cremonesi, si legge come «sono evidenti i danni provocati agli utenti che finora hanno fruito dei servizi a Gussago e soprattutto ai dipendenti che hanno lavorato con grande professionalità e senso del dovere in situazioni che, spesso, erano complesse. L’organizzazione sindacale contesterà i licenziamenti previsti in tutte le sedi istituzionali, invitando tutte le forze politiche sindacali, culturali e del volontariato ad attivarsi per scongiurare tale scempio sociale».

La nota sindacale polemizza poi sulla scelta dell’Asst Spedali civili di Brescia con l’Asst di Franciacorta e l’Asst di Desenzano di appaltare alla ditta «Consorzio Nazionale dei servizi» di Bologna importanti settori amministrativi (front office, gestione amministrativa documenti e digitazione dati…) obbligando gli attuali dipendenti ad altre mansioni», giustificando la scelta «…per i troppi beneficiari della legge 104». Cosa già di per sè da stigmatizzare trattandosi per la legge 104 di una norma di civiltà, finanziata appunto a tale scopo».

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News