Nuovi bresciani: Ibrahim Ouattara

5 Aprile 2013

Col linguaggio dell’arte, Ibrahim Ouattara, del Burkina Faso, avvicina le culture per ridurre le distanze tra «noi e loro». «Sankofa», nella lingua akan parlata in Ghana, significa «torna indietro e prendilo». Un invito a non considerare sbagliato tornare sui propri passi a prendere quello che si è dimenticato, per poi andare avanti. In una traduzione libera, lo si può rendere anche come un invito a «tornare verso di sè, ed attingere alla fonte». Sorridente e calmo, Ibrahim Ouattara racconta il significato di Sankofa, nome dell’Associazione artistica