Crepe sospette in chiesa. Il parroco chiude le porte

6 Giugno 2012 Gussago News 0

Il terremoto che sta martoriando l’Emilia Romagna ha colpito anche a Gussago. Ieri il parroco don Adriano Dabellani è stato costretto a chiudere ai fedeli la parrocchiale di Santa Maria Assunta a causa di alcune crepe che si sono aperte per le scosse sismiche chiaramente percepite anche nel Bresciano. In chiesa già stavano lavorando l’impresa Della Fiore e gli architetti Stefano Cartella e Tarcisio Belleri, impegnati nel rifacimento del tetto e in alcuni interventi di restauro conservativo. Ora il terremoto complica tutto: «Le scosse hanno allargato

Chiusa fino a settembre la Chiesa Santa Maria Assunta

5 Giugno 2012 Gussago News 0

Anche oggi, nostro malgrado, dobbiamo riportare ulteriori cattive notizie che ci sono state segnalate in merito alla Chiesa Santa Maria Assunta di Gussago. L’autorità ha infatti stabilito che la chiesa parrocchiale del Centro dovrà restare chiusa fino a settembre. Non appena possibile forniremo ulteriori dettagli.

Chiesa Santa Maria Assunta: chiusa fino a venerdì

5 Giugno 2012 Gussago News 0

Ci segnalano che la Chiesa Santa Maria Assunta (parrocchia del Centro) è stata completamente chiusa fino a venerdì poi, valutata attentamente la situazione, si vedrà il da farsi. Le funzioni religiose sono state momentaneamente spostate in San Lorenzo. Ricordiamo che nei giorni scorsi, a seguito delle scosse di terremoto, la Chiesa era già stata parzialmente chiusa al pubblico.

Anche la Chiesa di Ronco è “parzialmente” inagibile

4 Giugno 2012 Gussago News 0

Ci informano che anche la Chiesa dei Santi Zenone e Eurosia della frazione di Ronco risulta essere “parzialmente” inagibile (in via precauzionale per motivi di sicurezza e cautela) a causa delle forti scosse di terremoto che si stanno susseguendo in questi giorni. Ieri le Messe si sono celebrate nell’antica chiesetta dei santi Fabiano e Sebastiano posta nel cuore della Contrada di Ronco. Oggi, lunedì 4, il funerale (Delia Minelli) si tiene, visto il concorso di un maggior numero di fedeli, ancora nella Parrocchiale Santi Zenone