Tomas Trainini inarrestabile, uragano a forza 9

Tomas Trainini esulta traguardo Giro Brianza giugno 2019

I giovani bresciani crescono e si mettono in luce nelle corse extra-provinciali, tra le fantastiche conferme dei talenti più affermati e gli exploit meno scontati di chi si guadagna un po’ a sorpresa la meritata luce dei riflettori anche lontano, o lontanissimo, dalle strade di casa. Tra le fantastiche conferme il riferimento è soprattutto a un nome che è una garanzia: lo juniores Tomas Trainini coglie la sua nona vittoria della stagione nella prima fase del Giro della Brianza, a conclusione di una volata da urlo che mette a tacere gli avversari. Una sorta di suonata, non come la celeberrima nona sonata di Ludwig van Beetohven, ma che per lui è davvero il successo numero nove di un’annata impressionante. Questa volta manda in tilt la concorrenza agguerritissima dei tanti che pensavano di salire al suo posto sul gradino più alto del podio. Per l’azzurrino di Gussago arriva dunque un altro successo di qualità, dopo quelli ottenuti a Treviglio, Santa Lucia di Pescantina, Reda Faenza, Parabiago, Montichiari, alla Roudnice nad Labem, Telgate, Fontanafredda. A conferma dello splendido periodo di forma che sta vivendo è stato bravo anche nella cronoscalata a Colle della Brianza dove ha chiuso settimo nella corsa vinta da Alessio Martinelli. Il corridore della Lvf a questo punto mette nel mirino la maglia azzurra per i campionati europei e mondiali. O quantomeno è in grado di mettere in difficoltà il Ct Rino De Candido, il quale probabilmente non pensava riuscisse a vincere con questa grande continuità: ha infatti vinto a marzo, aprile, maggio e giugno. Nella prima tappa del Giro della Brianza ha ottenuto un ottimo secondo posto anche Federico Chiari (Team Giorgi), al suo primo podio dell’anno dopo una decina di piazzamenti da top ten. C’è gloria a Cuggiono (Milano), nel Piccolo Giro delle Fiandre, per l’allievo Luca Zanni (Aspiratori Otelli Vtfm Carin Nacanco): ha conseguito il secondo alloro di fila dopo quello di domenica scorsa a Gessate sempre in provincia di Milano. Il corridore del club saretino ha portato a tre le vittorie d’annata e guarda al futuro con moderato ottimismo. Questa è una affermazione importante perché arriva a sette giorni dalla rassegna tricolore dove potrebbe davvero essere uno dei protagonisti. Nella stessa corsa ha concluso ottavo anche Michael Testa, promettente corridore dell’Uc Vallecamonica. A Gorla Minore (Varese) l’esordiente Vanessa Benuzzi (Mazzano) è stata quarta, mentre le allieve Giorgia Ruffo Stefanini (Team Piton Travagliato), Greta Bonazzoli (VO2 Team Pink), hanno concluso quarta e quinta. Si è classificato ai piedi del podio anche l’allievo Riccardo Perani (Ronco Maurigi Delio Gallina) a Faloppio (Como). Alla challenge di Comano in Trentino si è classificato decimo assoluto e secondo tra i giovani Nicola Cocca (Feralpi Monteclarense). La manifestazione si è svolta in tre fasi: tipo pista, cronometro individuale, corsa in linea. In quest’ultima gara Nicolas Borsarini e Alex Bono del Progetto Ciclismo Rodengo Saiano hanno occupato l’ottava e decima posizione.Infine a Corsanico (Lucca) i dilettanti under 23 bresciani non sono riusciti a centrare il podio nel campionato italiano che è stato vinto dal veneto Marco Frigo sui conterranei Nicolas Della Valle e Fabio Mazzucco.
Angiolino Massolini

Fonte: Bresciaoggi