Topi d’auto della pausa pranzo, Carabinieri fanno scattare manette a padre e figlio

Otto furti in due settimane. Colpiti operai, sportivi e professionisti. Effrazioni a bordo di autovetture e furgoni nei pressi di trattorie o parchi pubblici mentre le vittime erano a pranzo o si stavano allenando. Per questo i Carabinieri della stazione di Gussago hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di due nomadi, padre e figlio, di 19 e 38 anni.

Secondo quando accertato dai militari, e riconosciuto dal Gip, i due tra il 10 e il 26 marzo avrebbero colpito almeno otto volte (sei a Gussago e due a Rodengo Saiano) su altrettanti mezzi in sosta: in un caso hanno forzato il furgone di alcune operai che erano a pranzo in una trattoria portando via attrezzature da cantiere per circa 3mila euro in altre occasioni avrebbero mandato in frantumi i finestrini delle vetture di runners impegnati in allenamenti per portare via portafogli e cellulari oltre ad occhiali da sole e denaro.

All’alba i provvedimenti sono stati eseguiti e nel corso delle perquisizioni sarebbe emerso anche materiale di cui i Carabinieri vogliono chiarire la provenienza e non è escluso che il conto con la giustizia per “l’azienda di famiglia” si faccia più pesante.

Fonte: giornaledibrescia.it

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News