Gianmarco Agostini ha vinto la terza edizione del Trofeo Città di Gussago di ciclismo

Non chiamateli vecchietti. Passano gli anni, cambiano gli avversari, le gare e gli strumenti tecnici, eppure loro sono sempre là, in testa al gruppo, a dettare il passo ed alzare le coppe. Loro sono Gianmarco Agostini e Nicola Loda, protagonisti anche del terzo Trofeo Città di Gussago, organizzato domenica dalla Asd All In, in collaborazione con il Csi e Gus Emozioni.

Due le partenze previste per la mattinata: quella delle 9.05, dedicata a Women, M5, M6, M7 ed M8, e quella delle 10.35, per Èlite, M1, M2, M3 ed M4. Il percorso non differiva di una curva, l’unica variante riguardava il numero di giri da completare. Nel primo gruppone se la giocavano donne e gli over M5. Tra questi ultimi a spuntarla è stato Giovanni Codenotti (Team Stocchetti Jolly), in un podio fatto tutto da M5 e completato da Paolo Alberti (ClubMino Denti) e Mauro Andreoli (Tokens Cicli Bettoni). Primo tesserato Csi, settimo assoluto, Franco Marocchi (Sprint Bike Lumezzane). Nelle altre categorie i migliori sono stati Massimo Uboldi (Cicli Benedetti) nell’M6, Marco Huber (Cicli De Rossi Zuccato) nell’M7 e Giuseppe Fracassi (Team Bianchi Zanzariere) nell’M8. Al femminile il duello è rimasto in casa Team Loda Millennium, con Michela Marani a dare la zampata decisiva, lasciando solo la seconda piazza a Iryna Kuntsevich. Un applauso particolare se l’è meritato infine il corridore più giovane in gara, il millennial della Millennium Alessandro Belleri, appena diciottenne.

La gara delle 10.35, la più attesa, non ha tradito le aspettative. Equilibrata, dura, incerta fin dall’inizio, si è decisa solo nelle battute finali, con un colpo di coda di un quarantasettenne che non vuole smettere di stupire. La dinamica della corsa ce la racconta proprio il vincitore, l’M4 Gianmarco Agostini (Cicli Caneva): «Una gara dura, corsa forte, a oltre 44 di media, e decisa solo nel finale. Sull’ultima salita abbiamo attaccato in 3, ma in discesa siamo stati ripresi. Arrivati ormai a ridosso del traguardo è contro scattato Lorenzo Perotti (Team Jolly Wear, primo tra gli M3, ndr), riuscendo a prendere un vantaggio che poteva sembrare definitivo. A quel punto ho reagito, l’ho ripreso ai 50 metri e sono riuscito a passarlo nella volata decisiva». All’arrivo sarà il trentenne Paolo Denti (Team Jolly Wear, vincitore tra gli M1) a guadagnarsi il secondo posto, con Stefano Fracassi (Team Bianchi Zanzariere, leader M2) terzo. Tra gli Èlite sorrisi per Domenico Caiati (Biemme Garda Sport), ottavo della generale. Dal gruppetto della volata spuntava anche il caschetto di Nicola Loda (Team Loda Millennium), quarto assoluto e primo tra i Csi: «È l’ottava volta che vengo battuto di un soffio, quest’anno, ma è un onore arrivare dietro ad Agostini. Siamo cresciuti insieme e ancora adesso ci diamo battaglia. Finalmente entriamo nella stagione di corse: sabato abbiamo fatto la presentazione della squadra e mi ha fatto grande piacere che ci fossero anche Carla e Valter». Carla Dalè e Valter Violini sono le figure fondamentali dell’organizzazione, giusto quindi passare da loro per il commento finale alla manifestazione: «Per noi è il terzo anno qui a Gussago. Se la giornata ha avuto successo lo dobbiamo soprattutto a Ivan Maranta, responsabile di Gus Emozioni, che assieme al Comune e al gran lavoro della Polizia locale ci ha dato un aiuto logistico decisivo. Questa è stata la nostra prima gara stagionale, ne abbiamo in serbo molte altre». Una la si può già segnare sul calendario: domenica 17 giugno, all’ombra del Castello, per il quinto Trofeo Città di Brescia.

Fonte: Giornale di Brescia

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News