Vaccini, da oggi al via le prenotazioni per la fascia d’età 75-79 anni

Vaccino Covid

Da questa mattina i cittadini di età compresa tra i 75 e i 79 anni potranno prenotarsi per il vaccino. Le somministrazioni, invece, inizieranno alle 8 di lunedì 12 aprile, data entro la quale – assicura il coordinatore della campagna Guido Bertolaso – «tutti gli over 80 avranno ricevuto la prima dose». Via via, secondo un programma definito, ma flessibile, si sbloccheranno gli appuntamenti per le altre fasce d’età. E, se tutto dovesse procedere senza problemi nella fornitura di vaccini, per il 18 luglio, o al più tardi il 20 ottobre, la popolazione lombarda potrebbe essere vaccinata. Regione Lombardia è pronta per quella che definisce la «campagna massiva», legata inevitabilmente alle dosi disponibili da qui ai prossimi mesi. Liquidata «Aria» si affida a Poste Italiane che si occuperà delle prenotazioni grazie a una piattaforma in grado di gestire grossi volumi di traffico.

I dettagli sono stati forniti ieri nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia aperta dal presidente Attilio Fontana con alcuni numeri: «A oggi sono state erogate 1,629 milioni di dosi, il 63 per cento degli over 80 ha ricevuto almeno la prima e il 28 per cento anche la seconda, stiamo procedendo in modo assolutamente positivo». In totale, ha aggiunto Letizia Moratti, vicepresidente e assessore al Welfare, è stato somministrato l’89 per cento delle dosi consegnate. Se la prima fase è stata legata alla disponibilità di vaccini, Fontana ora confida che «sulla base della parole del generale Figliuolo, presto arriveranno quantità molto più alte e riusciremo ad affrontare le vaccinazione di massa». Prenotazioni al via oggi, con modalità diretta e senza pre-adesione, solo per la fascia d’età 75-79 anni, 449.862 lombardi in tutto. Ma come funziona?

Quattro le opzioni: ci si potrà prenotare collegandosi al sito www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it e accedendo con la tessera sanitaria. Pochi e semplici passaggi nei quali si dovrà inserire il proprio numero di cellulare, sul quale ricevere la conferma, e sarà possibile scegliere data, ora e centro vaccinale. Stessa operazione si potrà fare a breve anche negli oltre mille Postamat presenti sul territorio, ricordandosi di avere a portata di mano la tessera sanitaria. Per i meno pratici è a disposizione anche un numero verde (800 894 545) ed entreranno in gioco anche i postini (oltre 4.000 in Lombardia) che rilasceranno la ricevuta necessaria all’utente per presentarsi al centro vaccinale.

«Ammesso e non concesso che si registrino tutti – ha spiegato Bertolaso in merito alla prima fascia d’età interessata – potranno esser vaccinati entro il 26 aprile. «Procederemo rigorosamente per classi di età, a differenza di altre regioni che invece hanno spalmato le diverse categorie. Partiremo con 35 mila dosi al giorno su 76 centri sparsi in tutta la Regione, con una media di 12 persone all’ora per ogni linea vaccinale, nell’arco di 12 ore al giorno, per poi passare a 65 mila nella fase successiva». «Ad inizio di maggio, quando ci saranno forniture maggiori di vaccini – ha aggiunto – arriveremo ad avere pronte 1.000 linee vaccinali e più di 144 mila vaccini al giorno». Ad essere previste, precisa, «sono anche unità mobili» messe a disposizione da Areu e Protezione civile. Il 15 aprile apriranno le prenotazioni per 70-74enni (546.312 lombardi) «che saranno tutti vaccinati entro il 12 maggio, ma se avremo ulteriori forniture di vaccino, come è verosimile, pensiamo di salire alle 65 mila somministrazioni al giorno». Dal 22 aprile toccherà ai 60-69enni, una platea di 1.189.119 persone che riceveranno la prima dose entro fine maggio e inizio giugno. Per gli over 50 (1.592.070 in Lombardia) l’avvio delle prenotazioni dovrebbe avvenire dal 15 maggio, mentre le vaccinazioni vere e proprie dovrebbero prendere il via verso il 10 giugno. Infine, per gli under 49, poco più di 4 milioni, le prenotazioni partiranno il 13 giugno, somministrazioni dal 17 luglio. «La Lombardia prevede di chiudere la campagna vaccinale con almeno la prima dose somministrata a tutti i cittadini entro il 18 luglio, se i vaccini previsti saranno consegnati». Se le dosi non arrivassero «la campagna degli under 49 potrebbe iniziare a luglio e chiudersi a ottobre» ha concluso Bertolaso.

Fonte: Bresciaoggi

Per approfondire:
www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LE NOSTRE NOTIZIE!

- iscriviti alle Newsletter di Gussago News per ricevere quotidianamente via email notizie, eventi e/o necrologi
- segui la pagina Facebook di Gussago News (clicca “Mi piace” o “Segui”)
- segui il canale Telegram di Gussago News